Chepì ed effetti della Guardia Nazionale Meridionale

Chepì da primo Capitano del III° Battaglione della Guardia Nazionale Meridionale (epoca 1860). Copricapo che ben rappresenta le difficoltà di uniformare le disposizioni uniformologiche post unitarie. Infatti il chepì è di concezione napoletana, sia per forma che per manifattura, il grado è un ibrido, anch’esso sintesi tra i dettami dell’esercito napoletano e quello piemontese (da notare infatti che nell’esercito piemontese non esisteva un gallone a tre righe ed in quello napoletano non esisteva un gallone intramezzato da righe azzurre). Il fregio dorata al mercurio è una modifica desunto da quello napoletano di fanteria di cui conserva ancora, la corona e lo scudo sannitico. La doppia nappina poi, è forma napoletana per materiali piemontese. Le spalline, sono napoletane sia per il gambo che per la manifattura; piemontesi per il piatto e le frange. La gorgiera dorata al mercurio non è altro che una gorgiera da ufficiale napoletano a cui è stato sostituito il giglio borbonico dalla croce sabauda. La sciarpa di colore in seta è un tipico elemento comune a tutte le guardie nazionali.

5.500,00

Disponibile

COD: EC-0009019 Categoria:

Pin It on Pinterest